Dott. Gianluigi Rosi Centro Medico AngioVascolare Europeo


Count Down 2012: 

Agriturismi Umbria: Benessere Psicofisico

Ultimi Articoli

I Video

Approfondimenti

MENS SANA IN CORPORE sano dicevano i latini. Una massima sempre attuale. Curare il benessere psicofisico significa svolgere attività fisica (possibilmente all'aria aperta) ma anche seguire un'alimentazione sana a base di cibi genuini e in Umbria, regione cuore verde d'Italia, sembrerebbe quasi automatico. Ma quali le regole da seguire? Lo abbiamo chiesto al dottor Gianluigi Rosi


"Vero , L'UMBRIA dovrebbe essere davvero considerata la regione del Benessere psicofisico , del Fitness , per le sue colline, i suoi borghi medioevali, per gli agriturismi inseriti splendidamente nel contesto paesaggistico creando dei veri e propri percorsi del benessere psicofisico. Bisognerebbe collegare tra loro queste zone con percorsi diretti tra un agriturismo e l'altro realizzando una rete di interminabili spazi-benessere."


Intanto, meglio camminare o correre?

"Il benessere psicofisico si può raggiungere in tante maniere. L'importante è fare attività a seconda delle proprie possibilità ma con costanza. Ad esempio fare una bella camminata o percorso del più moderno Nordik Walking per circa 45-60 minuti , una corsa a 6-8-10 Km all'ora, o anche una passeggiata in bicicletta che può essere a pedalata assistita, oppure una Mountain bike per circa 1 o anche 2 ore è benessere psicofisico assoluto".


A ogni età il suo sforzo?

"Sì. Comunque diciamo che l'esercizio fisico dovrebbe ssere praticato almeno 3 volte a settimana e l'intensità deve essere direttamente proporzionale all'allenamento che si raggiunge con il tempo. L'età non è particolarmente vincolante mentre lo stato fisico, ed in particolare il peso, è di fondamentale importanza".


In che modo il movimento incide sul buon funzionamento del nostro corpo?

"Tutto ciò che è movimento crea un aumento della attività cardiaca e un incremento delle attività circolatorie, l'importante è eseguire l'attivià motoria in maniera aerobica, senza affaticamento di nessun genere, secondo le proprie possibilità ed il proprio stato di allenamento. La circolazione gioca un ruolo fondamentale nel portare il sangue ossigenato e quindi aumentare il diametro delle piccole arterie e riportare il sangue venoso ricco di sostanze tossiche prodotte dall'organismo. Tanto è vero che tutti coloro che hanno problemi di arterie beneficiano di un'attività fisica costante e ripetuta nel tempo".


Quali rischi corre, in quali problematiche può incappare chi fa una vita troppo sedentaria?

"Stare troppo fermi, non trovare il tempo per eseguire un'attività fisica crea delle situazioni di blocco all'interno del nostro organismo che si manifestano in primo luogo nell'incremento del peso corporeo e quindi nell'affaticamento. Muoversi è un diktat così come alimentarsi in modo corretto".


Quali consigli alimentari può dare a chi pratica attività fisica?

"La corretta alimentazione, i cibi genuini e naturali o meglio detti biologici, il giusto apporto calorico giornaliero equilibrando i carboidrati e le proteine sono la base per una corretta alimentazione per chi pratica attività sportiva. Si ricorda che prima di ogni sforzo(2 o 3 ore), bisogna mangiare delle quantità >di proteine e carboidrati. L'apporto di liquidi è fondamentale durante lo sforzo fisico specie quando l'attività viene svolta durante i periodi estivi. Una integrazione con dei prodotti pre sport o barrette tipo Enervit sono da considerare ,specie nelle attività fisiche a maggior durata"


L'Umbria è ricca di zone che producono ottimi legumi, quanto sono importanti per una sana alimentazione ?

"Sicuramente le proteine vegetali sono fondamentali per la nostra dieta: ceci, cicerchie, farro, lenticchie, tutti prodotti che non solo hanno una azione sulla corretta integrazione ma favoriscono il transito intestinale e quindi tutte le funzioni fisiologiche del colon".


Esistono percorsi già codificati per praticare sport e raggiungere luoghi come agriturismo o resort dove poi concedersi un buon pasto, senza esagerare, ma con cibi genuini?

"L'umbria è incantevole e la rete di agriturismi che si sono creati nei decenni possono essere considerate delle tappe per tutte le nostre attività fisiche. Dalla corsa, al Nordik Walking alla bicicletta. Ricordo che sulle Dolomiti d'estate esiste un vero e proprio circuito frequentato da tantissimi ciclisti o appassionati di corsa che in 3-4 giorni girano i rifugi alpini spostandosi a piedi o in bicicletta. In Umbria si dovrebbero organizzare dei percorsi del "Benessere" dove tutti gli appassionati d' Europa dello sport potrebbero venire".


Se durante la settimana non si ha tempo di praticare attività fisica, il week end può bastare?

Sicuramente è meglio di niente, ma bisognerebbe riuscire, in mezzo alla settimana, a mettersi le scarpe da ginnastica ed andare a fare movimento. Posso assicurare che dopo i primi minuti di pigrizia subentrerà il vero benessere. Io stesso vado a correre la sera, anche alle 21, dopo aver finito le visiste in ambulatorio ... E' bellissimo, rilassa e tonifica".


Quante volte e con quali ritmi di recupero si dovrebbe praticare movimento?

"Camminare o correre gradualmente, arrivando a 60 minui di corsa o camminare 80 passi al minuto e correre 10 Km all'ora , poi se si mantiene il ritmo si può crescere. L'importante è non superare la soglia aerobica, l'organismo non si deve affaticare o meglio la frequenza cardiaca non deve superare i 120-130 battiti minuto. Farsi seguire da un personal trainer o anche un medico esperto di attività fisica , almeno per le prime volte è consigliabile".


Fai una domanda al Dott. Rosi Gianluigi e al Dott. Raffaele Colucci - Clicca Qui Ora!


Tel: 337640061 - Gianluigi Rosi

Ambulatori:
  • Perugia, Via Fonti coperte 38
  • Terni, servizi sanitari via c. battisti 34 Terni
  • Roma, Centro Medico Parioli, Via Pietro Tacchini, 24
  • Milano, Centro di Medicina Estetica e Flebologia San Babila Galleria Passarella. Piazza San Babila.
  • Catanzaro, Minerva Surgical Service Via Lecrezia della Valle